LE PILLOLE D'ERCOLE
La storia di questa commedia di inizio secolo scorso gravita attorno a due medici, uno dei quali ha inventato la pillola di Ercole, un portentoso ritrovato della medicina, estremamente afrodisiaca. Ma cosa potrebbe succedere se la pillola venisse utilizzata per vincere una scommessa? Malintesi, contrattempi, situazioni impossibili sconvolgono la tranquilla vita di un albergo termale e dei suoi ospiti. Le pillole di Ercole, una commedia di Charles Maurice Hennequin e Paul Bilhaud, rappresenta il tipico esempio di Vaudeville, dove, istante dopo istante, la storia si complica generando una serie incontrollata di equivoci e di situazioni paradossali. Un meccanismo drammaturgico ad alto ritmo in cui imbrogli, equivoci e colpi di scena generano un’esplosiva miscela di comicità disvelando risvolti dell’animo umano ed offrendone una profonda osservazione critica. Benché l’ambientazione cronologica originale si situi a cavallo tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo, la compagnia Teatrale Legati ad Arte ripropone la commedia attualizzandola ai giorni nostri per rendere visibile la totale compatibilità della vicenda narrata con la nostra quotidianità. Ecco che le atmosfere del passato si fondono con quelle di oggi, generando un vortice paradossale, in cui pare impossibile allo spettatore poter giungere ad un lieto fine.